Biografia

SU DI ME

MIchelangelo Sicoli è una creatore di storie e contenuti poetici, pensieri e di altro ancora.

Michelangelo e la sua passione per l’arte in tutte le sue sfaccettature.

Le storie più recenti

La foto qui sopra fu l’unico esemplare realizzato in quel modo da lui stesso, cioè, un mosaico in 3D realizzato con più di 20.000 tasselli in pietra naturale. Questo tavolino in pietra di Trani era grande 110 x 110 x 60 e raffigurava perfettamente il famoso Castel Del Monte che si trova a pochi km da Andria in Puglia. Il suo peso complessivo si aggirava intorno a 270 kg.

In quest’altra foto, vediamo nel dettaglio i tasselli che nel loro insieme fanno la struttura vera e propria del tavolino.

La Torre di Pisa quasi a opera ultimata.

Michelangelo Sicoli nasce a Trinitapoli il 17/10/1973.

Dalla madre che aveva il senso e la passione per l’arte, gli trasmise questa passione per l’arte in genere che lui impara a coltivare, in tutte le cose che si cimentava a fare.

Da bambino, aveva una piccola mania per le scatole di varie misure, e da quel momento, iniziò ad appassionarsi al collezionismo di piccole scatole.

Nel 1994, inizia a lavorare nella ditta della lavorazione del marmo, aperta nel 1990, con i suoi tre fratelli più grandi. Lì, in quell’ambiente, inizia a coltivare l’amore per il mosaico. Il mosaico ha la possibilità di essere realizzato con vari materiali, e in particolar modo con la pietra, dove lui realizzò tra il 1997 e il 1999, il Castel del Monte, conosciuto come il castello di Federico II ad Andria – Bari. L’oggetto finale, doveva essere un tavolino da salotto o da giardino di un 110 x 110 x 55 cm. circa di altezza, realizzato con 20,000 tessere di pietra naturale. Oltre al Castel del Monte, realizzò la famosa Torre di Pisa, sempre in pietra naturale 85 x 30 x 30 cm.

Nel 2005, iniziò a prendere seriamente in considerazione l’ipotesi di iniziare a scrivere testi di vario genere. Dalla narrativa alla poesia, dal racconto ai testi di canzoni, e nella città natale dove viveva fino a quel periodo, iniziava a essergli un po stretto per lui. Ma iniziando a scrivere poesie, pensieri di vario genere, si accorse di amare la scrittura.

Nel 2006, dalla Puglia si trasferì in Toscana, e a Prato per la precisione. Continuò a svolgere il lavoro di marmista, ma la sua vera aspirazione era ben altro. Fece passare un paio d’anni per ambientarsi nella nuova città, e a fine del 2008, iniziò a studiare in maniera autodidatta la musica e il pianoforte. Un’altra passione, quella della musica, che lo rese ancora più adulto, riuscendo a capire le belle situazione e riuscire a trasmettere emozioni attraverso proprio con la musica. Dopo pochi mesi, capì da solo che ci voleva per forza un maestro che gli insegnasse la musica e il pianoforte. Una leggenda metropolitana racconta che i testi di qualsiasi argomento studiato, ti può insegnare fino al 70% dei libri, e il rimanente 30% è compito del maestro, forse, il più importante.

Grazie alla scuola di musica, partecipò alle prime esibizioni come pianista solista, partecipando a vari saggi che a fine di ogni anno di studio, era il dono finale per tanto impegno e dedizione, che avveniva sempre nel mese di giugno, e negli anni 2010, 2011 e del 2012, e come ultimo saggio, nel 2016.

Iniziò ad accostarsi al canto, dove partecipò a varie selezioni canore, e nel dicembre del 2012, riuscì ad accedere alla finale del concorso ‘’La bella e la voce’’, che si terrò in quell’anno lì, a Bardonecchia, arrivando quarto su dodici partecipanti.

Nel febbraio del 2013, venne chiamato dall’organizzazione di eventi canori della sezione Liguria, per partecipare ad una esibizione canora nel palazzo Palafiori di San Remo, a due passi dal Teatro Ariston, proprio nella settimana dove avvenne la manifestazione canora più importante d’Italia. Il festival di San Remo. In quell’occasione lì, suscitò consensi da molte persone: dai cantanti stessi, agli addetti ai lavori; dai discografici a chi aveva organizzato l’evento stesso. Non c’era una gara, ne un vincitore, ma da tanti che ascoltarono lui, gli fu riconosciuta la sua voce e interpretazione tra le migliori tre su venti esibizioni.

In tutti questi anni, l’amore per la scrittura non veniva mai messa da parte e nel 2017, iniziò a scrivere, e a comporre anche la musica. La sua composizione si avvicina alla musica da film perlopiù stile romantico come lui si definisce essere. Negli ultimi anni, era ritornato in lui, la voglia di scrivere, scrivere, scrivere ancor di più, e dal gennaio 2020, sta lavorando su due romanzi, di cui uno, è quasi al termine del lavoro.

L’amore per la scrittura e la poesia, in lui, non si era mai staccato. C’era solo il bisogno di capire qual’ era il momento giusto per iniziare a pubblicare ufficialmente, e senza mai tralasciare, l’altro suo amore, che era la musica.

DONATELLA

Se volete l’Ebook completo lo potrete trovare cliccando il link che trovate qui sopra di Google Play Libri

Iscriviti

Registrati per ricevere una newsletter settimanale con gli ultimi articoli di blog e contenuti esclusivi. Nella tua casella di posta ogni martedì!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star